Psicoterapia individuale

La psicoterapia individuale è un processo terapeutico che ha come obiettivo quello di cambiare, correggere e risolvere una situazione di sofferenza psicologia di un’unica persona. È un rapporto a due, tra lo psicoterapeuta e il paziente.

Relazionali, comportamenti e autostima possono cambiare. Il primo passo è essere predisposti al cambiamento e ad analizzare le cause più profonde di conflitti interni

Cos’è la psicoterapia individuale?

È una terapia rivolta a persone con disturbi quali: ansia, depressione, problemi relazionali, disturbi dell’alimentazione, insicurezza, fobie, attacchi di panico. È una forma di terapia basata sul colloquio tra terapeuta e paziente, che viene aiutato a esternare sensazioni, emozioni, stati d’animo legati ai disturbi lamentati. La psicoterapia viene praticata da terapisti specializzati iscritti all’Albo di riferimento.

Le sedute di psicoterapia individuale

Il fattore terapeutico principale di un trattamento di psicoterapia individuale è la relazione tra paziente e psicoterapeuta. Infatti, è attraverso questa relazione che si riescono a dispiegare tutti gli effetti curativi del trattamento. Una buona relazione terapeutica dà al paziente la possibilità di esprimersi liberamente attraversando sensazioni ed emozioni sia positive che negative (insicurezza, paura, inadeguatezza, etc). La relazione tra terapeuta e paziente, non è qualcosa di fisso: si evolve e muta nel corso del processo terapeutico. Inoltre, di solito rimane sullo sfondo, non si parla di essa durante la terapia, ma in alcuni passaggi critici e cruciali diviene esplicito oggetto di indagine. Fondamentale, durante il percorso terapeutico, la spinta del paziente al cambiamento, che deve desiderare la trasformazione della sua emotività e delle sue relazioni sociali. Dal punto di vista pratico, la psicoterapia si svolge attraverso incontri col terapeuta che hanno la forma di colloqui di circa un’ora. La frequenza settimanale delle sedute può variare a seconda degli obiettivi terapeutici, delle esigenze del paziente e delle sue caratteristiche.

La psicoterapia individuale funziona?

I disturbi alla base di una psicoterapia individuale sono molteplici. Dopo un percorso studiato ad hoc, la terapia risulta efficace per la maggior parte delle problematiche e delle difficoltà psicologiche. La maggiore consapevolezza del paziente aumenta l’autostima e la sicurezza, fornisce strumenti per superare e risolvere sintomi bloccanti, ansia, emozioni e comportamenti indesiderati.

L’approccio psicoanalitico

Il modello terapeutico che utilizziamo è quello della psicoanalisi, che dà priorità assoluta al mondo interno della persona nei suoi elementi costitutivi: pensieri, fantasie, credenze, sogni e condizioni di vita.

L’obiettivo primario del nostro lavoro è favorire l’emergere di questo materiale nelle sue potenzialità trasformative tanto del benessere mentale dei singoli che della loro vita di relazione.

psico-01Perché questa precisazione?
Perché esistono diversi tipi di approcci fisioterapici:

  • psicoanalitico
  • cognitivo-comportamentale
  • sistemico-relazionale
  • adleriano (o individualpsicologico)
  • funzionale
  • transpersonale

…e ce ne sono altre di forme di psicoterapia. Presso il Centro di Psicologia Clinica e Psicoterapia, come accennato, utilizziamo l’approccio psicoanalitico. Nella Psicoanalisi due concetti chiave sono basilari: il setting e il transfer.

Setting e transfert, due concetti base

Il setting è l’insieme di indicazioni di regole e indicazioni del percorso che il terapeuta fissa come obiettivo.

Il transfert (o traslazione) è “un meccanismo mentale per il quale l’individuo tende a spostare schemi di sentimenti, emozioni e pensieri da una relazione significante passata a una persona coinvolta in una relazione interpersonale attuale. Il processo è largamente inconscio ovvero il soggetto non comprende completamente da dove si originino tali sentimenti, emozioni e pensieri. Il transfert è fortemente connesso alle relazioni oggettuali della nostra infanzia e le ricalca.” (fonte: Wikipedia).

Grazie all’approccio della psiconalisi, lo psicoterapeuta si pone come obiettivo quello di elaborare le cause più profonde dei conflitti, per permettere al paziente di assumere maggiore consapevolezza e poter modificare i propri stili relazionali e/o comportamenti.

Perché iniziare una psicoterapia individuale

Sicuramente alla base ci sono dei disturbi di vari natura da parte del paziente. Per questo si accorda una consulenza.

Dopo avere svolto una consulenza psicologica il paziente può essere indirizzato ad intraprendere un percorso di psicoterapia individuale.

Le due principali funzioni svolte dalla psicoterapia individuale sono di sostegno e di espressione.

Il sostegno nella psicoterapia individuale

Il sostegno ha lo scopo di appagare i bisogni di sicurezza del paziente e di solito consiste in consigli, conferme e rassicurazioni. Tuttavia affinché gli interventi di sostegno non rimangano superficiali e momentanei, è necessario che vi si affianchi anche una funzione espressiva.

La funzione espressiva nella psicoterapia individuale

La funzione espressiva indica la possibilità di dare un significato alle manifestazioni del paziente ossia ai suoi comportamenti, impulsi, emozioni e sogni, in particolare a quelli che operano ad di fuori della consapevolezza e che causano, quindi, disagio psichico. Per dare un senso a queste manifestazioni si adoperano diversi metodi come l’invito all’elaborazione durante la seduta o l’interpretazione del terapeuta.

Le funzioni di sostegno e di espressione, pur indipendenti, si rafforzano a vicenda.

Per Valutare un Percorso di Psicoterapia a Roma Nord

per te o per qualcuno dei tuoi cari

Contattaci!